2007

 

2007 - IL CAMBIAMENTO
 
Estate 2007, Cristina ha conosciuto un ragazzo e dopo un po’ di tempo decide di vivere con lui, Dany, (il suo nome), è un ragazzo molto bravo, grande lavoratore, intelligente e follemente innamorato di Cristina.
Quindi noi siamo rimasti soli e questa solitudine ce la godiamo tranquillamente, non abbiamo più nessun freno, quando vogliamo partire in vacanza non dobbiamo decidere in base alle vacanze scolastiche, cosi viviamo una specie di completa libertà. 
 
3 ottobre 2007 – 63 anni. Il mio principale mi fa la sorpresa festeggiando insieme ai colleghi di ufficio e ai suoi genitori, il mio compleanno, e tra un bicchiere e l’altro di Champagne, il padre, mi chiese se le mie intenzioni erano di continuare a lavorare oppure di andare in pensione, al che risposi che avrei continuato a lavorare per almeno ancora 2 o3 anni... Grande fu la mia soddisfazione quando il figlio rispose al padre che io avrei dovuto lavorare con loro ancora per almeno 15 anni... Ma, vedremo.
 
1 gennaio 2008 - Il principale mi propone di andare ad abitare in Lussemburgo alfine di evitare tutti i chilometri che debbo fare ogni giorno per rendermi al lavoro, e mi propone di affittarmi la casa del Nonno, una bellissima casa in Lussenburgo città, proponendola ad un affitto ragionevole, visto e considerato che le case unifamiliari in città variano da 2500 € à 2800 €. Dopo essermi consultato con Elda, andiamo a visitarla e decidiamo di accettare la proposta, per cui al 1 maggio 2008 siamo residenti in Lussenburgo. 
E la vita continua con il vantaggio che dormiro’ un po’ di più la mattina e che la sera non dovro’ andare a letto a metà del film o del programma TV in corso e sopratutto meno stanco in generale.
Ecco siamo arrivati alla fine del 2008, io lavoro ancora, per quanto non lo so.
 
Oggi 15 dicembre 2008, Elda ed io abbiamo preso la decisione di passare le feste natalizie in Italia in casa di Zia Licia ed insieme a Berenice mia cugina. Purtroppo mancano altre due care zie, Iolanda e Elena, che ricordo con piacere ma con tanta nostalgia.
E la vita va ....